“Monte Compatri Bene Comune” si presenta ai cittadini. Un successo i primi tre incontri

Bilancio positivo per i primi incontri della coalizione “Monte Compatri Bene Comune”. Venerdì, Sabato e Domenica scorsa, la compagina civica che si presenterà alle elezioni amministrative di Monte Compatri, a Giugno 2017, ha incontrato i cittadini a Molara, Laghetto e nel centro storico.
“Abbiamo presentato parte dei candidati della lista e abbiamo parlato del programma – spiega il candidato Sindaco Fausto Bassani. – Sono arrivate molte domande e tanti suggerimenti per la stesura definitiva di quest’ultimo. In queste prime settimane di campagna elettorale abbiamo proposto pillole estratte da un programma molto più ampio e a breve renderemo partecipi i cittadini della nostra idea di Monte Compatri”.
La cittadina di Monte Compatri ha bisogno di interventi importanti in tutti i settori: ambiente e territorio; scuola, cultura, sociale, turismo e sport; servizi, viabilità e lavoro.
“Innanzitutto urge il recupero dell’ambiente che ci circonda, una nuova pianificazione territoriale con l’adozione condivisa e partecipata della variante al P.R.G. – aggiunge Bassani. – Per riordinare i nostri luoghi e proiettare Monte Compatri nel futuro, inoltre, occorre un restauro del nostro patrimonio architettonico, bisogna risolvere la viabilità e i problemi del trasporto pubblico e porre una nuova attenzione alle tematiche del disagio sociale, dell’inclusione e dei servizi sociali. Un unico obiettivo: migliorare la qualità della vita di tutti i cittadini di Monte Compatri”.
Analizziamo più approfonditamente una delle proposte messa in campo in questa prima parte di campagna elettorale: gli orti sociali nel Parco Calahorra (“La Villetta”).
“Vogliamo rilanciare turismo e cultura e creare un volano socio-economico su cui far crescere commercio e agricoltura – conclude il candidato Sindaco di “Monte Compatri Bene Comune, Fausto Bassani. – Uno dei nostri obiettivi è quello di realizzare orti sociali in Villetta: abbiamo condiviso il progetto con un agronomo che ci ha dato consigli tecnici. Metteremo gratuitamente a bando piccoli appezzamenti di terreno e abbiamo previsto delle “categorie protette”. Ognuno potrà coltivare il proprio orto e chiederemo di lasciare uno spazio per la cicerchia. Proporremo di inserire nei menù dei ristoratori piatti con la cicerchia affinché chi venga a visitare Monte Compatri possa avere la possibilità di conoscere una delle nostre eccellenze. Il passo successivo sarà quello di elevare la cicerchia a Presidio Slow Food: un obiettivo fattibile da centrare con tutti i cittadini. Ognuno dovrà sentirsi protagonista del rilancio di Monte Compatri”.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...